Sala Leonardo Sciascia

Leonardo Sciascia nasce a Racalmuto in provincia di Agrigento nel 1921. A Caltanissetta frequenta l'Istituto Magistrale ed ha come insegnante Vitalino Brancati. Si avvicina all’anti-fascismo e legge molti autori nordamericani. Nel 1943 lavora come impiegato negli uffici per l’ammasso obbligatorio del grano, attività che porta Leonardo Sciascia ad incontrare la realtà del mondo contadino. Successivamente insegna senza troppo entusiasmo alla scuola elementare di Racalmuto. Durante il suo lavoro di maestro elementare Sciascia si avvicina alla scrittura e nel 1950 scrive Favole della dittatura e nel 1952 La Sicilia, il suo cuore, e collabora con diversi quotidiani come “La Stampa” e “L’Espresso”. Nel 1957 abbandona l’insegnamento per dedicarsi a tempo pieno come scrittore. Scrive numerose opere tra cui Gli zii di Sicilia ed il suo romanzo più famoso: "Il giorno della civetta”, in cui denuncia il fenomeno della mafia in Sicilia. Negli anni settanta si dedicò anche alla vita politica, sia come consigliere comunale di Palermo, carica che ricoprì per breve tempo, sia come deputato nel parlamento nazionale.

1.jpg
ArT HOME
Artisti
Foto Cristina.jpg
Foto Sonia.jpg
Foto Antonio.jpg
Foto Ivana.jpg
icona lente.png

Clicca sulla foto per ingrandire